Ausonia Schio - Museo della storia dell'automobile e del motociclo

Dirigibile Ausonia 1911 Dirigibile Ausonia 1905 Foto ricordo I mezzi
  Museo Ausonia - Automobili e motocicli di ogni epoca   1911 Peugeot - A Schio la prima automobile Italiana

Automobili
Stivali Moto, Guanti e Tute in Pelle
Orologi da auto e polso d'Epoca
Motocicli
Cicli
Nautica
Motori - Ricambi - Gomme - Carrelli trasporto auto
Accessori
Macchine per bambini
Modernariato - Automobilia
BUGATTI accessori
Libri e documenti cartacei
 
Tutti gli articoli
 
Annunci

 

  
Ricerca Avanzata

 

 
Home page Chi siamo Newsletter Contatti Link amici  
SCHIO E LA STORIA RITROVAMENTI NOMI FAMOSI TOMBE FAMOSE MOTO IN SALOTTO SAREMO A...

:: Archivio Storico - 1911 Gennaio - A SCHIO il 6 e 9 dirigibile italiano

 

Domenico Piccoli, Nico per gli amici, nacque a Schio il 5 marzo 1882 in via S.Giacomo 274, ora via Cavour 54, dal matrimonio del Dr. Francesco Piccoli ed Ausonia Miotti.

Il 30 marzo 1907 ottenne il brevetto civile di pilota di aerostato.

Appassionato e valente pilota di sferici, costruì personalmente diversi aerostati e, in seguito, anche due dirigibili, l'AUSONIA e l'AUSONIA Bis nella sua casa di Magrè di Schio. Realizzò in soli sette mesi una aeronave lunga 42 metri, diametro massimo 8,25 metri, capacità 1800 metri cubi di gas, peso totale 500 chili, velocità prevista 40 chilometi orari. Tutto il materiale era italiano. 

Unitamente al tenente Ettore Cianetti, il 7 aprile 1909, portò in volo l'aeronave "Italia" del conte Almerigo da Schio dotata di un motore italiano SPA. Era il primo propulsore italiano utilizzato in aeronautica.

Domenico Piccoli il 13 settembre 1909 effettuò la traversata delle Alpi in aerostato ed il 20 gennaio 1911 con il suo dirigiile AUSONIA Bis, in più tappe, percose 24 chilometri rientrando al punto di partenza e sorvolando ben due volte il lago di Garda.

Il 2 luglio 1912 ai comandi del suo pallone libero "Libia" attraversò nuovamente le Alpi con un volo di 700 chilometri da Padova al lago Balaton. 

Il 29 ottobre dello steso anno, nell'ambito della Coppa Gordon Bennet, volò da Stoccarda ad Ostrovo conseguendo un buon piazzamento in quella importante e prestigiosa manifestazione.

Nico Piccoli prese parte alla prima guerra mondiale inizialmente come capitano istruttore di palloni e succesivamente anche di dirigibili. Prima della fine delle ostilità ebbe anche il comando di una squadra di dirigibili della Regia Marina operanti in servizio antisommergibile lungo le coste.

Domenico Piccoli si spense a Quinzano in provincia di Verona il 29 marzo 1967.

 

Gallery Fotografica


 

 

 

 

 

 

 

 

  2007 AUSONIA SCHIO  All Right Reserved   ... another WildWeb site